I DRIVER DI SCELTA DELL’APPROCCIO TERAPEUTICO  ALLA CARENZA MARZIALE

La carenza di ferro (ID) è definita come una “condizione in cui la disponibilità di ferro è insufficiente per soddisfare i bisogni dell’organismo e che può esser presente con o senza anemia”.

Nell’ID le riserve di ferro si esauriscono progressivamente prima che la morfologia dei globuli rossi e i livelli di emoglobina cambino. I pazienti possono manifestare sintomi precoci come affaticamento, riduzione delle prestazioni cognitive e intolleranza all’esercizio fisico.

Oggi giorno, la diagnosi e il trattamento della carenza di ferro sono sempre più una sfida perché i marcatori del ferro possono essere influenzati da un’infiammazione di basso grado presente in condizioni comuni, come la malattia renale cronica, la cirrosi o l’insufficienza cardiaca. Ancora oggi non esiste un approccio omogeneo sulla presa in carico dei pazienti con nefropatia cronica in dialisi.

Questo corso si pone l’obiettivo, attraverso la disamina di alcuni lavori scientifici e delle linee guida, di contestualizzare i punti fermi della good clinical practice nel trattamento della carenza marziale con e senza anemia in questo setting di pazienti.

Numero
partecipanti

25

Responsabile scientifico
  • Giuseppe Cianciolo

  • Gabriele Donati

Faculty
  • Giuseppe Cianciolo


  • Gabriele Donati


  • CREDITI ECM - 6
  • EVENTO N° - 315143
  • ORE FORMATIVE - 4
DESTINATARI DEL CORSO
Farmacista - Farmacia ospedaliera
Farmacista - Farmacia territoriale
Infermiere - Infermiere
Medico chirurgo - Cardiologia
Medico chirurgo - Medicina interna
Medico chirurgo - Nefrologia
Clienti