Conversazioni in Emofilia

Negli ultimi anni, con l’introduzione di nuovi fattori VIII ad emivita prolungata, il panorama dei trattamenti possibili nel paziente emofilico è diventato molto più diversificato rispetto al passato.

Nell’emofilia A, la profilassi primaria rappresenta il gold standard del trattamento, in quanto consente di raggiungere livelli di FVIII sufficientemente elevati (3-5%) che portano ad una riduzione dell’incidenza dei sanguinamenti, specialmente articolari, dei conseguenti accessi al sistema sanitario, e ad una riduzione dell’artropatia, favorendo così uno stile di vita attivo per il paziente.

Per ottenere questi risultati, tuttavia, è necessaria la rigorosa aderenza del paziente al programma terapeutico stabilito dal medico.

In questo contesto risulta pertanto evidente l’importanza che vanno ad assumere i fattori VIII ricombinanti a emivita prolungata (rFVIII EHL). Queste molecole forniscono l’opportunità di una profilassi in cui si coniughino un minor numero di infusioni con un livello di protezione adeguato a diversi stili di vita, favorendo così l’accettazione e l’aderenza da parte dei pazienti.

Obiettivo del corso è quello di far acquisire ai partecipanti le conoscenze e le informazioni aggiornate sui criteri di valutazione delle terapie standard e dei fattori sostitutivi ricombinanti a emivita prolungata, sulla personalizzazione della cura nell’Emofilia e sugli algoritmi terapeutici di in pazienti con emofilia acquisita

La struttura del corso prevede un’alternanza di momenti di presentazione delle informazioni e nozioni sul tema e di momenti di discusssione con i partecipanti, con lo scopo di attivare un confronto continuo e altamente conivolgente.

 

Numero
partecipanti

15

Responsabile scientifico

Attualmente non disponibile

Faculty

Attualmente non disponibile

  • CREDITI ECM - 4,5
  • EVENTO N° - 350915
  • ORE FORMATIVE - 3
DESTINATARI DEL CORSO

Attualmente non disponibile

Clienti