La nutrizione nel paziente oncologico

I pazienti in terapia oncologica devono ricevere un adeguato supporto nutrizionale alla luce delle loro condizioni e tale supporto dovrebbe essere supervisionato dall’oncologo. Inoltre, gli oncologi dovrebbero essere in grado di riconoscere gli effetti avversi della malnutrizione alla luce dei valori del paziente.

Tuttavia, nella realtà la maggioranza degli oncologi non ritiene di essere sufficientemente preparata o sicura quando si tratta di prescrivere al malato una corretta nutrizione. In generale, i pazienti per i quali si sospetta uno stato di malnutrizione vengono inviati al servizio di Endocrinologia e Nutrizione, dove si effettua la valutazione dello stato nutrizionale e si prescrive la terapia nutrizionale adeguata a ciascun paziente. A volte, il supporto nutrizionale viene effettuato al domicilio del paziente con l’aiuto delle unità di Assistenza Domiciliare o degli stessi familiari quando tali unità non siano disponibili.

Pertanto, l’impostazione nutrizionale del paziente oncologico richiede un approccio multidisciplinare in cui oncologo ed endocrinologo collaborano insieme per garantire la migliore assistenza nutrizionale al paziente. Ecco perché è fondamentale che l’oncologo sia in grado di riconoscere la malnutrizione nei pazienti tramite strumenti di valutazione adeguati, compresa la capacità di comprendere quale sia la scelta nutrizionale corretta per ogni paziente.

www.nutrizioneinoncologia.it

Numero
partecipanti

0

Responsabile scientifico
  • Angela Koverech

  • Emanuela Marchesini

  • Federico Bozzetti

Faculty

Attualmente non disponibile

  • CREDITI ECM - 7
  • EVENTO N° - 243295
  • ORE FORMATIVE - 0
DESTINATARI DEL CORSO
Medico chirurgo - Endocrinologia
Medico chirurgo - Gastroenterologia
Medico chirurgo - Medicina interna
Medico chirurgo - Oncologia
Medico chirurgo - Scienza dell'alimentazione e dietetica
Clienti